IL bianco e nero è ancora considerata, nell’era della fotografia digitale, una tecnica molto affascinante, ma come facciamo a fare una conversione di qualità, o per lo meno che ci soddisfi?
Le tecniche per il digitale sono una più di mille, e sta a voi trovare quella che più vi aggrada. Io ho trovato un sistema relativamente semplice e lo voglio condividere con voi.

Fondamentale sarebbe avere una macchina che scatta in modalita .Raw per avere la massima gamma dinamica e poter così aprire in photoshop la foto in formato .tiff (vi permetterà numerose modifiche senza intaccare il file, come purtroppo avviene con il .jpeg). Bene! Per prima cosa fate le vostre regolazioni base (livelli, luci e ombre, le curve invece le regoleremo alla fine) . Cliccate sulle immagini per ingrandirle!
(In questo caso ho solamente spostato il triangolino bianco (alte luci) verso sinistra fino a dove cominciano i pixel della foto)
Il secondo passo è quello di usare “miscelatore canale” (livelli-nuovo livello di regolazione-miscelatore canale) per rendere la vostra foto monocromatica, in questo modo potrete agire sui tre canali RGB per modificare a piacimento il risultato. Io ho trovato molto utile questa serie di preset su Photography Tutorial che emulano le più famose pellicole in bianco e nero (ma potete sperimentare anche da voi! 😉 ).
(Qui ho usato il setting per la Ilford Fp4)
Ora l’ immagine è convertita in B/N, ma è un pò piattina no? Per aumentare il contrasto regoliamo le curve (Livelli-Nuovo livello di regolazione-Curve) creando la classica “S” in modo da avere una scala tonale che va dal nero al bianco passando per per più tonalità di grigio possibile;


(In questo caso la curva verso il basso aumenterà lintensità delle ombre e quella verso l’ alto l’ intensità delle luci)

Finito? Ora terminiamo con una maschera di contrasto (filtri-contrasto-maschera di contrasto) per aumentare un pò la nitidezza totale della foto (non fa mai male), ma non esagerate con i valori! Io uso un raggio (radius) da o,8 a 1,5, amount da 40 a 80% e thershold lo lascio su 0-2.

Abbiamo quasi finito, manca solo la grana: Aprite un nuovo livello (livelli-nuovo livello o “layer“), cliccate su edit(modifica)-fill(riempi) e scegliete grigio 50%, ora cliccate su filtri(filter)-disturbo(noise)-aggiungi disturbo(add noise), scegliete un valore tra 9 e 12 e spuntate uniforme e monocromatico in basso. Adesso andate sulla palette dei livelli (in basso a destra) e sui metodi di fusione dei livelli scegliete “sovrapponi” (overlay), poi unite i livelli con “incolla sotto” (merge down). Per la grana potete usare anche le “dritte” di Alberto, le trovate nei commenti (il numero 4 per la precisione)! 
Ecco fatto! Ora potete aggiungere (se volete) una cornice e una firma (ma ne parleremo un altra volta va 😉 ).


Ringrazio Andrea Moro per i preziosi suggerimenti!

E vi prego… se ho scritto delle castronerie fatemelo presente le correggero subito!

12 thoughts on “Un tutorial semplice per il bianco e nero!

  1. Bella Lorenz, mi piace, complimenti. Se non fosse che a me avevi già fatto un corso personale nella tua Bat Caverna lo avrei usato sicuramente ciao ciao! Brat!

  2. Bel tutorial! Bravo. Per la grana ti segnalo un altro metodo molto buono che tuttora uso (mi piace di più , perchè è più realistico):
    si crea sempre un nuovo livello, lo si riempe di grigio 50%, ma poi su quel livello applichi filter> artistic>film grain, dosi a piacere le opzioni . Poi applichi sul medesimo livello un gaussian blur (circa 0,5)leggerissimo per rendere la grana più realistica. In ultimo dosi l’ opacità del livello (con met. di fusione overlay).
    Ciao!
    Ti ho aggiunto nei miei Links

  3. Ehi! Grazie Alberto!
    Detto da te mi fa onore! Grazie per la segnalazione… che non mancherò di mettere in atto quanto prima! 😉 e grazie anche per il link! (tu nei mei ci sei già! 🙂

  4. Ottimo tutorial era proprio quello che stavo cercando per passare in bianco e nero alcune foto fatte con la mia nikon …
    Ottimo lavoro complimenti per il blog! 🙂

  5. Ciao! Semplice e preciso…
    Ho inserito nuove immagini nel mio topic, spero siano convertite un po’ meglio. A dire il vero ho usato lightroom (avendo mac) e ho modificato le curve dopo aver selezionato la conversione in b/n dello stesso lightroom…

    🙂

    Proverò anche così!
    Ladra

  6. provero’ a seguire la tua procedura ma ilproblema,per una buona stampa,temo siano i laboratori dato che fino ad oggi ho avuto solo stampe di varie tonalita’ ma mai il bianco e nero dell’analogico !!

  7. MI sa che con le stampe devi fare numerose prove… magari controlla lo spazio colore credo che le immagini vadano convertite in modo CMYK, ma non ne sono così sicuro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *